fbpx
A+ R A-

Un analisi dei siti internet e dei social network per il futuro

Galatea Web tenta di effettuare un analisi dello stato dei Siti Internet ad oggi ed i possibili sviluppi e novità per il 2019 ed il futuro in genere.

nostro futuro

 

E' appena finita una delle fiere più importanti dell'elettronica di consumo a Las Vegas, il CES 2019, Tim Berners, l' inventore del World Wide Web (internet) ha lanciato SOLID, una piattaforma per la gestione libera dei dati promossa dopo lo scandalo di Cambridge Analtyca e tra l'incalzare e la trasformazione dei Social Network le evoluzioni di GOOGLE e l'emergere di tante nuove tendenze con l' ormai consoldiati predominio del Mobile ci troviamo ancora una volta a parlare del futuro dei siti internet qui a Galatea Web che lungi dall' essere morti segnano invece nel 2018 un aumento in tutto il mondo, ma cosa è cambiato esattamente dagli anni passati?

Un parere autorevole sui siti web e i social network è stato espresso recentemente da Jeff Jarvis, giornalista,  professore americano e sostenitore dell’Open Web. Ai suoi studenti della scuola di giornalismo di New York) di quell’anno ha presentato alcune sfide per il futuro. Alcune di queste sono state riportate nel post che ha realizzato per l’Observer (“What if content could come to you rather than making you go to content?”): «Perché non iniziare una nuova impresa multimediale interamente su Facebook? Perché non costruire un business basato sulle notizie, destinato a essere distribuito in tutto il mondo – via Facebook, Twitter, Medium, Apple News e altri aggregatori – pur mantenendo un sito web semplicemente come un archivio?».

Alle idee su come usare i siti internet in relazione ai social si aggiungono le imporanti novità in merito all'algoritmo di Facebook. 

Il nuovo algoritmo di Facebook, le pagine aziendali, i lettori e i giornali rimette al centro le persone e che questa sarebbe stata la mission di breve periodo di facebook era apparso già chiaro tempo fa. l’Annuncio di alcune modifiche nell’algoritmo e nella struttura generale del NewsFeed che dovrebbero premiare contenuti di familiari e amici e comunque pienamente inerenti agli interessi del singolo utente, così, è arrivato all’improvviso ma non troppo.

Cosa significa questo? l' azienda perde visibilità su Facebook in favore della famiglia e della storia personale dell'utente riportando il sito internet aziendale di nuovo in posizione prioritaria rispetto alla piattaforma social di Zuckemberg.

IL NUOVO ALGORITMO CHE RIPORTERÀ FACEBOOK ALLE ORIGINI

In che modo funzionerà questa traformazione non si sa ancora. Quando si discute di algoritmi che organizzano i contenuti sulle piattaforme digitali, infatti, è difficile capire con precisione in cosa consisteranno news e modifiche. Zuckerberg si è limitato a dire in un post l’essenza del nuovo algoritmo di Facebook, che potrebbe permettere di interagire appunto con «meno contenuti aziendali» e più contenuti che, invece, «incoraggino le relazioni umane».

Ecco quindi che la centralità del sito internet aziendale torna ad essere di moda e ci si prepara a rivalutare i siti internet come maggiore fonte di entrata pubblicitaria dell'azienda aprendo un 2019 molto interessante da questo punto di vista per chi opera nel settore e per tutti gli imprenditori che lavorano tanto utilizzando il web.